Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione

Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Spanish
Lunedì, 25 Maggio 2020
#AFCEARoma #AFCEARoma

I sistemi GNSS: la soluzione europea

L’evento è stato introdotto dai saluti del Generale di Divisione dell’Aeronautica Militare Fabio Molteni – Comandante del Centro Sperimentale Volo (CSV) di Pratica di Mare che ha evidenziato l’importanza, anche strategica, di avere un sistema di navigazione satellitare autonomo a livello europeo,  introducendo poi  un video di presentazione sul CSV.

Il Generale Antonio Tangorra, Presidente di AFCEA Capitolo di Roma, ha poi preso la parola presentando l’evento AFCEA come  occasione per fornire una panoramica globale su un programma cruciale  a livello europeo quale il GNSS, riuscendo a dare visibilità ad attori militari, industriali ed accademici.

(Saluti Iniziali - Gen. Fabio Molteni, Comandante del Centro Sperimentale Volo (CSV) di Pratica di Mare)

(Saluti Iniziali - Presidente Gen. A. Tangorra)

(Video CSV)

Il primo intervento dal titolo "Il posizionamento dei Servizi di Navigazione Satellitare UE e le applicazioni GNSS" è stato condotto dall'Ing. Gian Gherardo Calini – Head of Market Development di GSA.
Dopo aver presentato la GSA, agenzia europea che garantisce l’operatività e fornisce i servizi Galileo, l’Ing. Calini ha presentato il posizionamento dei Servizi di Navigazione Satellitare UE e le applicazioni GNSS, illustrando il il valore aggiunto e le innovazioni introdotte da Galileo. Oltre al Programma Galileo, l’Ing. Calini ha anche presentato il Programma EGNOS, sistema che consente di aumentare la precisione del  GPS utile in supporto alle manovre di atterraggio degli aeromobili.

(Ing. G. G. Calini - Head of Market Development di GSA)

L’ Ing. Marco Falcone, ESA nel suo intervento “La Navigazione Satellitare Europea: Galileo ed EGNOS”, ha fornito maggiori dettagli sui due programmi . Galileo  è una costellazione di 30 satelliti, pienamente operativo dal 2020 e un articolato ground segment, in grado di fornire un’ampia gamma di servizi (open service per mercati di massa, servizi commerciali, servizi di Safety of Life e SAR, applicazioni governative).  EGNOS è in grado già oggi di fornire oltre 300 procedure LPV (saranno circa 400 nel 2020).

(Ing. M. Falcone - ESA)

L' Ing. Alberto Tuozzi – Responsabile dell’Unità di Telecomunicazioni e Navigazioni di ASI, ha poi illustrato “Il ruolo italiano nella Navigazione Satellitare”, che  rappresenta per ASI uno dei fattori principali di innovazione. Dopo aver presentato i progetti di ricerca finanziati dall’Agenzia in molteplici settori, l’Ing. Tuozzi ha posto l’accento sul coordinamento globale fra molteplici costellazioni satellitari, promuovendo l’impiego multicostellazione come la prospettiva più importante su  cui investire per il futuro.

(Ing. A. Tuozzi - Responsabile dell’Unità di Telecomunicazioni e Navigazioni di ASI)

Successivamente, il C.V. Tommaso Fracasso, Capo Ufficio Spazio del IV° Reparto dello Stato Maggiore Difesa, ha presentato "GNSS: il punto di vista della Difesa" in cui ha  sottolineato come, pur mantenendo  il GPS come segnale di riferimento della propria policy, la Difesa auspichi lo sviluppo di un sistema duale che permetta una piena integrazione con Galileo, garantendo quei requisiti di continuità, disponibilità e sicurezza fondamentali per le esigenze della Difesa.

(C.V. T. Fracasso - Capo Ufficio Spazio del IV° Reparto dello Stato Maggiore Difesa)

L’ Ing. Mauro Marinelli di Thales Alenia Space, nella sua relazione "Il sistema Galileo e le sue prestazioni" ha evidenziato come Thales abbia operato in Galileo come prime contractor sin dalle primissime fasi, , sia  nel segmento spaziale  sia in quello terrestre. Tra i punti di forza, l’Ing. Marinelli ha rimarcato l’indipendenza che del sistema Europeo, la disponibilità di servizi i SAR e di Security of Life, oltre alla capacità di fornire un servizio  criptato per gli enti governativi).

(Ing. M. Marinelli - Thales Alenia Space)

L’ Ing. Filippo Rodriguez – Responsabile Definizione Portafoglio Prodotti dell’Unità di Navigazione Satellitare di Telespazio ha presentato "Il Sistema Galileo nella fase operativa". Oltre ad aver sviluppato applicazioni e servizi nei settori downstream, Telespazio anche opera nel segmento dei  segmento dei servizi  upstream di Galileo .

(Ing. F. Rodriguez - Responsabile Definizione Portafoglio Prodotti dell’Unità di Navigazione Satellitare di Telespazio)

L’ Ing. Nazario Tancredi di MBDA nel suo intervento dal titolo "Navigation Based on GPS/IMU Ultratightly Coupled Architecture" ha presentato una soluzione che consente, attraverso un algoritmo di data fusion, di stimare gli errori della piattaforma inerziale IMU, fondamentale per la funzione di navigazione del missile, fondendoli mediante un’integrazione “Ultra-Tightly” con i dati GPS, correggendo in tal modo tali errori e garantendo una maggior accuratezza e precisione.

(Ing. N. Tancredi - MBDA)

L’ Ing. Piero Beccari - Responsabile dell’Area System Engineering di ASTER ha poi presentato "SpyGlass, radar passivo su segnale di opportunità Galileo" progetto  di ricerca europeo finanziato da GSA, per applicazioni di sorveglianza in mare aperto quali  la detection ed il tracking non cooperativo di bersagli in mare in operazioni covert. Il limite principale è la debolezza a terra del segnale GNSS; il progetto attualmente sta esplorando il modo di superare tale limite.

(Ing. P. Beccari - Responsabile dell’Area System Engineering di ASTER)

Il Prof. Gaspare Galati dell’Università di Tor Vergata ha illustrato, nel corso del suo intervento "Tecniche Software-Defined-Radio per combattere disturbi intenzionali del canale o del dato GNSS, con riferimento ad applicazioni terrestri ed aeronautiche", le attività condotte dall’ateneo romano per contrastare e mitigare i disturbi intenzionali,  causati mediante jamming e spoofing, del dato GNSS o del canale di comunicazione, attraverso l’applicazione di tecniche Software-Defined-Radio (SDR).

(Prof. G. Galati - Università di Tor Vergata)

Nel suo intervento "Dal GPS al GNSS: stato attuale e prospettive del posizionamento per la sicurezza e il monitoraggio del territorio", il Prof. Alberto Cina del Politecnico di Torino ha poi descritto lo stato attuale e le prospettive del passaggio al GNSSevidenziato evidenziando  il ruolo dei ricevitori multifrequenza RTK, in grado di garantire maggior accuratezza e di facilitare l’integrazione multicostellazione; in particolare tali ricevitori trovano utile impiego  sui  droni ed nei sistemi di mobile mapping.

(Prof. A. Cina - Politecnico di Torino)

Il convegno è stato chiuso dall’ Ing. Roberto Capua di SOGEI, con l’intervento "Il GNSS e la Pubblica Amministrazione: le attività di Ricerca e Sviluppo SOGEI su GNSS di precisione e Software Defined Radio", che ha illustrato le applicazioni del GNSS  in ambito catastale, doganale e per il tracciamento degli assets istituzionali.  Pertanto, SOGEI considera fondamentali  accuratezza e sicurezza (anti-jamming ed anti-spoofing con  l’obiettivo di arrivare ad una rete totalmente SDR utilizzando ricevitori general purpose.

(Ing. R. Capua - SOGEI)

Al termine degli interventi, il Gen. Tangorra ha  ringraziato tutti i relatori ed i partecipanti, auspicando la possibilità di tenere, a distanza di un anno, un nuovo evento per analizzare  le evoluzioni conseguite dal sistema Galileo, verificando in particolare il superamento dei ritardi nel programma. Inoltre ha ricordato il 70° anniversario di AFCEA International, coincidente con i 70 anni della Repubblica Italiana e l’estensione del diritto di voto alle donne. Con l’occasione, ha evidenziato il supporto e il fondamentale contributo delle donne all’interno dell’Associazione, in particolare attraverso la sezione Women in AFCEA. Infine ha augurato a tutti buone vacanze e dato appuntamento a settembre per i nuovi eventi,  invitando a seguire il portale di AFCEA Capitolo di Roma.

(Saluti Finali - Presidente Gen. A. Tangorra)

Link all'evento

Pubblicazione disponibile anche sul magazine SIGNAL, clicca qui...

Letto 6145 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)