Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione

Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Spanish
Sviluppo nell'utilizzo del telerilevamento: dalla Calibrazione/Validazione dei dati satellitari al controllo ambientale e del territorio tramite piattaforme DIAS (Data and Information Access Services)

Sviluppo nell'utilizzo del telerilevamento: dalla Calibrazione/Validazione dei dati satellitari al controllo ambientale e del territorio tramite piattaforme DIAS (Data and Information Access Services)

Lo scorso 27 Giugno, presso il Reparto Sistemi Informativi dell’Aeronautica Militare (RESIA), si è svolto il convegno “ Sviluppo del telerilevamento e della calibrazione di strumenti satellitari tramite analisi dell’atmosfera, organizzato da AFCEA Capitolo di Roma insieme con Serco Italia, recentemente associatasi ad AFCEA.

Il convegno ha avuto il principale obbiettivo di fare il punto sull’esperienza acquisita nel controllo ambientale tramite lo sviluppo e l'utilizzo di strumenti di telerilevamento a terra e l'analisi accurata dei dati satellitari.

Il Gen. Antonio Tangorra – Presidente AFCEA Capitolo di Roma, ha introdotto l’evento sottolineando l’importanza del telerilevamento e dell’impatto positivo che questa tecnologia può avere sulla vita quotidiana dei cittadini.

(Saluti Iniziali Gen. A. Tangorra - Presidente AFCEA Capitolo di Roma - VIDEO)

Successivamente l’AD di Serco Italia, Dott. Roberto Mulatti ha doverosamente ringraziato il RESIA per professionalitá e competenza dimostrate nel supporto tecnico all’evento e brevemente contestualizzato il tema del simposio nelle attivitá di Serco Italia.

(Saluti iniziali Ing. Roberto Mulatti - GM e CEO - Serco Italia S.p.A - PRESENTAZIONE - VIDEO)

In particolare il progetto ESA "Boundary-layer Air Quality-analysis Using Network of INstruments" (BAQUNIN), lanciato nel Marzo 2019 é stato descritto nelle sue fasi scientifiche e operative dal Dr. Stefano Casadio.
Obiettivo primario del progetto BAQUNIN, nel quale cooperano a stretto contatto industrie ed enti di ricerca scientifici, è la validazione dei prodotti atmosferici satellitari tramite l'analisi di dati di riferimento ottenuti con sensori da terra utili all’investigazione che vanno dalle quantità di aerosoli alle concentrazioni colonnari di gas quali O3, NO2, HCHO, SO2, H2O. La strumentazione sviluppata ad hoc, come il LIDAR operante presso il Dipartimento di Fisica dell’Università La Sapienza, viene sottoposta a continui aggiornamenti sia dal punto di vista meccanico/ottico che da quello del processamento dati, al fine di garantire la migliore qualità dei dati prodotti. La capacità di utilizzo della strumentazione BAQUNIN anche per il controllo atmosferico urbano è stata messa in evidenza in occasione di due eventi eccezionali quali gli incendi ECO-X (Pomezia, Maggio 2017) e TMB (Roma, Dicembre 2018) pertanto una breve descrizione dei dati ottenuti in questi due casi è stata presentata e discussa.

(Dott. Stefano Casadio - Ph. D. Senior Remote Sensing Specialist - Serco Italia S.p.A - PRESENTAZIONE - VIDEO)

Nello stesso contesto il Dr. Fabrizio Niro ha focalizzato l’attenzione sul progetto Atmospheric Correction Intercomparison eXercise (ACIX), il quale rappresenta un’ importante iniziativa di collaborazione internazionale guidata da ESA e NASA sotto l'egida del Committee on Earth Observation Satellite.
ACIX nasce dalla necessità di comprendere lo stato dell'arte nel campo della correzione atmosferica di strumenti ottici, con un focus sulle missioni Landsat e Sentinel-2, e di contribuire all'evoluzione degli algoritmi utilizzati per questa correzione.

(Dott. Fabrizio Niro - Landsat S2 Validation Expert - Serco Italia S.p.A - PRESENTAZIONE - VIDEO)

La grande disponibilità dei dati nell’ambito del telerilevamento si traduce anche nella necessità di un loro utilizzo e fruibilità in modi nuovi, più semplici ed efficaci, il Dott. Mario D’Alessio in tal senso ha descritto l’iniziativa lanciata dalla Commissione Europea riguardo lo sviluppo di applicazioni basate su dati Copernicus tramite le piattaforme DIAS. Sono stati presentati use cases che da tali piattaforme traggono beneficio in relazione alle molteplici attività di controllo del territorio (dalla stabilità degli edifici, alla subsistenza del terreno, agli effetti di eventi naturali) sviluppati da terze parti basandosi sui dati messi a disposizione dalla piattaforma stessa e dalle capacità cloud.

(Dott. Mario D’Alessio - ONDA Business Developer - Serco Italia S.p.A - PRESENTAZIONE - VIDEO)

I presenti si sono successivamente intrattenuti a lungo sia con i relatori che con la rappresentanza del management di Serco Italia (Dott.ssa Francesca Balducci, Sig. Daniele Del Cavallo) confermando l’attualità e l’interesse intorno allo sviluppo di nuove tecnologie e strumenti di analisi in ambito satellitare.

(Saluti Finali Ing. Roberto Mulatti - GM e CEO - Serco Italia S.p.A - VIDEO)

(Saluti Finali Gen. A. Tangorra - Presidente AFCEA Capitolo di Roma - VIDEO)

Link all'evento

Letto 161 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)