Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione

Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Spanish
Martedì, 20 Ottobre 2020
#GMSpazio #GMSpazio

Ingegneria dei Sistemi basata sui modelli

Lo scorso 8 settembre si è tenuto, presso la Casa dell’Aviatore, un convegno organizzato da GMSPAZIO, in collaborazione con AFCEA, sul Model-Based System Engineering (MBSE). In qualità di azienda distributrice, GMSPAZIO ha illustrato i vantaggi e l’eccellenza della Suite Model Center®, prodotta dalla Phoenix Integration.

La giornata è stata aperta dal benvenuto del Gen. Antonio Tangorra, Presidente di AFCEA – Capitolo di Roma, il quale ha ricordato come il MBSE sia stato oggetto del primo evento del 2016 sempre in collaborazione con GMSPAZIO, ponendo quindi questo convegno in continuità con quello tenutosi a febbraio, per completare la panoramica sulle soluzioni e i prodotti realizzatii per il MBSE.

(Saluti Iniziali Gen. A. Tangorra)
(Saluti Iniziali Ing. F. Gemma)

L' Ing. Filippo Gemma – General Manager di GMSPAZIO ha presentato l’azienda, che ha tra i suoi principali interlocutori le principali aziende  nel settore difesa, aerospazio e homeland security. Attiva in oltre 10 Paesi europe, GMSPAZIO offre ai propri clienti prodotti di Modelling & Simulation, progettazione, sistemi per il Non-Destructive Testing e sistemi UAV, con l’obiettivo di  raggiungere risultati affidabili in tempi e con costi ridotti, rispettando elevatissimi standard qualitativi e garantendo economie di scala e di scopo.

(Introduzione Ing. F. Gemma)
Presentando Suite Model Center®, l'Ing. F. Gemma ha evidenziato come tale prodotto consenta  di mettere a fattor comune il set di software e tool impiegati nell’attività progettuale, semplificando la gestione contemporanea delle diverse fasi del progetto.

(Ing. F. Gemma - prima parte)
Model Center® si articola su 3 capability set principali:

  • Model Center Integrate: questo set interviene nell’integrazione e simulazione di processi che prevedono l’impiego di molteplici prodotti software, ottimizzando il ciclo di lavoro. grazie ad un’interfaccia estremamente intuitiva. Inoltre, sfruttando il cloud, permette di internazionalizzare il lavoro, laddove il progetto include persone che operano in paesi diversi, con lingue e fusi orari differenti.
  • Model Center Explore consente di esplorare i prodotti dell’integrazione, nell’ottica dei risultati prefissati. Il prodotto permette di esprimere qualitativamente ed in termini di significatività, i diversi agganci possibili che potrebbero influenzare i risultati del progetto,  ma appartenenti a fasi di lavoro diverse.
  • Model Center Organize fornisce supporto nell’estrapolazione di informazioni da una mole ingente di dati, v che sono stati precedentemente tracciati e catalogati. Inoltre, questo set  permette la condivisione delle informazioni gestite anche attraverso supporti cloud.

(Ing. F. Gemma - seconda parte)

Nella seconda parte della giornata, l’Ing. Ilya Tolchinsky – Lead Application Engineer di Phoenix Integration, ha approfondito le potenzialità del prodotto, con una dimostrazione pratica dell’impiego delle diverse capabilities. Successivamente, Ilya Tolchinsky ha poi  presentato due Case Study particolarmente interessanti nell’ambito Aerospazio ed Industria.

(Eng. I. Tolchinsky - prima parte)

(Eng. I. Tolchinsky - seconda parte)
Il primo Case Study presentato è relativo ad Airbus Defence Aerospace, la quale era impegnata nella missione di recupero del satellite EnviSat, non più funzionante, al fine di evitarne la distruzione e il disperdersi di detriti spaziali. Grazie all’impiego dei tool di Phoenix Integration, con i suoi modelli di simulazione, è stato possibile, verificare ciò che avviene contemporaneamente a livello di ogni singola componente del sistema impegnato nella missione, traendo anche delle stime utili per anticipare le performance delle componenti nel corso della missione di recupero, al fine di scegliere la configurazione ottimale.

(Eng. I. Tolchinsky - terza parte)
Il secondo Case Study  riguarda l’azienda Karl Meyer, mpegnata nella realizzazione di attrezzature per la produzione nel settore tessile. Attraverso il software di simulazione, è stato possibile fare un’analisi comparativa di tre versioni concettuali di una particolare attrezzatura progettata dall’azienda, al fine di valutare quale di queste versioni si attenesse maggiormente ai requisiti del produttore (alta velocità, elevata accuratezza, variabilità del design e nell’architettura), relativamente al costo ed al livello prestazionale.

(Eng. I. Tolchinsky - quarta parte)
Al termine della giornata, il Gen. Tangorra ed l'Ing. F. Gemma hanno ringraziato i partecipanti al convegno, concludendo con un pensiero alle vittime del terremoto che ha colpito drammaticamente il Centro Italia lo scorso 24 agosto. Il Gen. Tangorra, come già anticipato in una nota pubblicata sul sito, ha confermato l’imminente inizio di una raccolta fondi, avviata da AFCEA – Capitolo di Roma, possibilmente con il coinvolgimento di AFCEA International ed AFCEA Europa.
Una volta messe a punto, tutte le modalità per partecipare alla raccolta saranno rese note attraverso il sito AFCEA Capitolo di Roma, garantendo naturalmente la massima tracciabilità dei fondi raccolti.

(Saluti Finali Gen. A. Tangorra)

Link all'evento

Letto 5809 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)