Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione

Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Spanish
Sabato, 25 Maggio 2024
Dalla Business Continuity al Disaster Recovery fino alla Cyber Resiliency

Dalla Business Continuity al Disaster Recovery fino alla Cyber Resiliency

Nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), la Difesa ha avviato un Piano Operativo volto a potenziare la sua postura di sicurezza cibernetica e resilienza. Questo programma mira a consolidare le attuali capacità di Cyber Defence, elevare il livello di resilienza e sicurezza delle infrastrutture informatiche e garantirne il rapido ripristino in caso di danni causati da attacchi cibernetici.

In particolare, la gestione sicura dei dati emerge come uno degli aspetti chiave dell'innovazione nel contesto militare. Dal contrasto degli attacchi ransomware al monitoraggio dei dati sensibili, la nuova dimensione dello storage si configura come una risorsa cruciale per assicurare un elevato livello di sicurezza.

Con il mondo in costante cambiamento e l'innovazione nel settore delle tecnologie digitali in continua accelerazione, la Difesa si adatta a questa dinamicità. Pertanto, l'adozione tempestiva di tecnologie innovative diviene fondamentale per ridurre i tempi di implementazione, i costi IT e i rischi di deployment.

Nel contesto delineato, le performance rivestono un ruolo fondamentale. La sicurezza delle prestazioni è essenziale, poiché l'adozione di tecnologie avanzate garantisce un recupero dati estremamente rapido in caso di incidente, contribuendo così a mitigare l'impatto sulla continuità operativa. I tempi di recupero, infatti, sono cruciali per evitare interruzioni di servizio e proteggere gli interessi vitali nazionali.

L'obiettivo non è solo garantire la sicurezza e la resilienza dei sistemi, ma anche consolidare le capacità per pianificare e condurre operazioni cibernetiche difensive e offensive.

Vai al materiale dell'evento

Letto 94 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)